Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
Istituto Regionale per il Patrimonio Culturale del Friuli Venezia Giulia
Cenni storici
 

Nel 1969 la Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia acquista la settecentesca Villa Manin di Passariano, con il magnifico parco che la circonda, dall’Istituto regionale per le ville venete (legge regionale n. 44 del 24 dicembre 1969).

La Soprintendenza per i beni ambientali, architettonici, archeologici, artistici e storici del Friuli-Venezia Giulia completa una prima campagna di restauro che restituisce nuova vita alla residenza dell’ultimo doge della Serenissima Repubblica di Venezia.

Dal 1971 vi opera il Centro regionale di catalogazione dei beni culturali, divenuto poi Centro regionale di catalogazione e restauro dei beni culturali con sede a Villa Manin di Passariano presso Codroipo.

L’emergenza del terremoto del 1976 produce anche un rinnovato interesse e una nuova sensibilità per il patrimonio d’arte del Friuli-Venezia Giulia. I numerosi sopralluoghi sul territorio mettono in luce il deplorevole stato di degrado in cui versa la gran parte delle opere d’arte e, di conseguenza, il Centro regionale viene attivato per censirle sistematicamente e per restaurarle. Per far fronte alle disastrose conseguenze del sisma venne istituita nello stesso anno una Scuola per la conservazione e il restauro dei beni culturali attiva da oltre trent'anni nella formazione di restauratori.

Dal 1977 si sono succeduti sei cicli di studio dedicati a diverse tipologie di beni. Questi hanno diplomato complessivamente 75 persone e hanno consentito il restauro di numerosi beni culturali provenienti da istituzioni del Friuli Venezia Giulia:
 
  • I    1977  - 1980   (quadriennale) Scultura lignea, Dipinti su tela e su tavola;
  • II   1980  - 1983   (quadriennale) Scultura lignea, Dipinti su tela e su tavola;
  • III  1986  - 1989   (quadriennale) Scultura lignea, Materiali lapidei;
  • IV 1991  - 1994   (quadriennale) Scultura lignea, Materiali lapidei, Ceramica e Metalli archeologici;
  • V  1996  - 1999   (quadriennale) Tessile antico, Superfici architettoniche decorate (Pitture murali e Materiali lapidei);
  • VI  2006 - 2011   (quinquennale) Beni librari, documentari e opere d'arte su carta.


Data pubblicazione 22/12/2015