Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
Istituto Regionale per il Patrimonio Culturale del Friuli Venezia Giulia
Analisi diagnostiche su un sigillo di cera dell’Archivio segreto Vaticano
 

L’Archivio segreto Vaticano ha effettuato nel 2010 un intervento conservativo su un sigillo di cera di Filippo II di Spagna (1527-1598), figura di primissimo piano nella storia europea e mondiale del XVI secolo. Il sigillo era stato restaurato negli anni trenta del ’900 con procedimenti non più attuali e materiali inadatti, i quali avevano tra l’altro parzialmente nascosto la legenda. Il vecchio restauro è stato quindi rimosso e campioni dei materiali utilizzati sono stati inviati presso la Scuola per essere sottoposti ad un ciclo di indagini diagnostiche non distruttive in modo da individuare le sostanze impiegate, comprendere le loro interazioni con le cere originali e scegliere così i metodi d’intervento più adatti. I risultati delle indagini sono stati pubblicati l’anno seguente in un manuale curato da Luca Becchetti, conservatore dei sigilli e responsabile del laboratorio di restauro dell’Archivio segreto Vaticano.

 

Andrea Gorassini, Analisi diagnostiche di materiale ceroso non idoneo utilizzato per il restauro di un sigillo, in: Luca Becchetti, I sigilli. Orientamenti e metodologie di conservazione e restauro, Padova, Il Prato, 2011, pp. 159-165.


Data pubblicazione 23/11/2015