Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

“Nel mare dell’intimità” a Trieste

 

Per la prima volta insieme circa un migliaio di reperti prestati per l’occasione da musei italiani, croati, sloveni e montenegrini e allestiti in uno spazio di più di duemila metri quadrati.

Un rosario di racconti, anzi le mille e una notte dell’Adriatico, un libro aperto con le tante storie di uomini e donne che hanno guardato l'Adriatico da una riva o dal ponte di una nave, che lo hanno invocato per placarne le furie o su di esso si sono avventurati alla ricerca di venti propizi, imprese e fortuna su navi spinte in volo dalle vele. È questa l'anima di "Nel mare dell'intimità. L'Archeologia subacquea racconta l'Adriatico", la mostra dedicata alla memoria di Predrag Matvejević allestita all'ex-Pescheria-Salone degli Incanti da domenica 17 dicembre 2017. Accompagnata da eventi collaterali, visite guidate, attività per le scuole e laboratori didattici sarà visitabile fino al 1 maggio 2018.

L'esposizione è curata da Rita Auriemma, Direttore del Servizio di catalogazione, formazione e ricerca dell'ERPAC - Ente Regionale per il Patrimonio Culturale della Regione Friuli Venezia Giulia che promuove e organizza l'iniziativa insieme al Comune di Trieste - Assessorato alla Cultura e in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio del Friuli Venezia Giulia, il Polo Museale del Friuli Venezia Giulia, la Federazione Archeologi Subacquei, il Croatian Conservation Institute, l’International Centre for Underwater Archaeology e numerosi altri partner italiani e stranieri, con il patrocinio del Ministero Beni e Attività Culturali e Turismo (MiBACT), del Ministero della Cultura Croato, del Ministero del Turismo Croato, del Ministero della Cultura Sloveno, di Promoturismo Fvg, con il contributo della Fondazione CRTrieste e grazie al supporto di Tiare Shopping Center. Media Partner: Il Piccolo.

Foto: Mattia Visintini

#intimoAdriatico

Vai al sito dedicato alla mostra >


Data pubblicazione 22/05/2018