Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

Un mare di…libri? Un mare di…libri!

 

Giovedì 19 aprile alle 17.00, all’auditorium del Salone degli Incanti, a Trieste, intervento di Marie-Brigitte Carre, del “Centre Camille Jullian”, dell’Università di Aix-Marseille, in Francia.

Una doppia presentazione, giovedì 19, alle 17.00, al Salone degli Incanti di Trieste, che vede come protagonisti Aquileia e la mostra!

Grazie all’intervento di Marie-Brigitte Carre, del “Centre Camille Jullian”, dell’Università di Aix-Marseille, in Francia, presenteremo al pubblico due volumi:

“Materiali per Aquileia. Lo scavo di Canale Anfora (2004-2005)”, a cura di Franca Maselli Scotti, Paola Maggi, Stefania Pesavento Mattioli, Ella Zulini, Scavi di Aquileia IV, Trieste 2017, Editreg.

Un’importante via di accesso ad Aquileia per le navi cariche di merci: questo il ruolo del Canale Anfora messo in evidenza dallo scavo condotto dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici del Friuli Venezia Giulia. Il volume, pubblicato con il sostegno della Fondazione Aquileia e realizzato in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia belle arti e paesaggio del Friuli Venezia Giulia, il Polo Museale del Friuli Venezia Giulia e il Dipartimento dei Beni Culturali dell’Università degli Studi di Padova, illustra l’enorme quantità e la varietà dei prodotti che giungevano all’emporio altoadriatico da tutto il Mediterraneo.

“Nel mare dell’intimità. L’archeologia subacquea racconta l’Adriatico | Into the sea of intimacy. Underwater archaeology tells the Adriatic”, Catalogo della mostra, a cura di Rita Auriemma, Roma 2017, Gangemi Editore.

Per raccontare le mille storie dell’Adriatico abbiamo scelto una voce narrante, l’archeologia subacquea, e abbiamo privilegiato le storie che il mare stesso custodiva nei suoi fondali o lambiva lungo le rive: i paesaggi costieri antichi, gli insediamenti, le strutture dei porti e degli approdi, i relitti di imbarcazioni, le discariche portuali, i reperti senza contesto.


Data pubblicazione 22/05/2018