Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

A Gorizia: “Sergio Scabar. Oscura camera”

 

Dal 28 giugno palazzo Attems Petzenstein, sede dei Musei ERPAC di Gorizia, ospita la prima mostra antologica dedicata al fotografo Sergio Scabar, nato nel 1946 a Ronchi dei Legionari.

«Questa mostra nasce dalla volontà di ripercorrere e presentare al pubblico le tappe fondamentali dell’iter artistico di Scabar – spiega Alessandro Quinzi, conservatore dei Musei Provinciali di Gorizia – dalle poco note serie degli anni Settanta, quasi dei reportage, sino alle opere della maturità, quando Scabar focalizza lo sguardo su soggetti semplici immersi in una luce crepuscolare.» Oltre agli oggetti del quotidiano e all’ultima serie dei vegetali, saranno esposti anche i paesaggi. In essi Guido Cecere, titolare della Cattedra di Fotografia all'Accademia di Belle Arti di Venezia e cocuratore dell’esposizione, riconosce una «complessità di segni, ritmi e vibrazioni che brulicano nella descrizione di tronchi, rami, foglie, pietre, riflessi di una natura sorprendentemente ricca e autentica, dove se un tronco cade, non viene raccolto e fatto a pezzi, ma lasciato marcire nell'acqua, dove la materia si sposa con altra materia, nella spontanea e perfetta simbiosi di un ciclo vitale antico come la terra».

Foto dal sito www.sergioscabar.com (part.)

Qui tutte le info >


Data pubblicazione 09/07/2019