Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

Ville romane del territorio di Trieste

Lungo la costa da Sistiana a Grignano

La presenza di piccoli approdi privati sembra caratterizzare gran parte delle residenze private lungo la costa tra Sistiana e Grignano. Esse si disponevano su piccoli pianori o su lingue di terreno pianeggiante. 
 

L'insenatura prospiciente le scuderie di Miramare (immagine tratta dalla banca-dati “I siti costieri dell'alto Adriatico: indagini topografiche a terra e a mare”)

Le ville di Cedas (scheda SI 866) e di Grignano (scheda SI 862

Le strutture della villa di Cedas - forse pertinenti ad ambienti termali - si collocano in prossimità del porticciolo omonimo e vicino a un ruscello di acqua dolce.
La residenza fu in uso nel I secolo a.C. e subì un restauro nel II secolo d.C., similmente a quanto accadde anche nella vicina villa di Grignano: qui, su un’area molto vasta, sono stati rinvenuti materiali attribuibili ai vani della pars residenziale, come frammenti di marmi policromi e di mosaici pavimentali.
Secondo alcuni studiosi, allo stesso complesso appartenevano anche i resti rinvenuti alle spalle delle stalle arciducali di Miramare (scheda SI 865), comprendenti lacerti di mosaici e frammenti di colonne.

 
 

La villa di Canovella (scheda SI 864

Anche questa residenza doveva essere dotata di un piccolo approdo. L’edificio, strutturato su terrazze a ridosso della costa, era stata realizzato su un pianoro, dove ancora oggi si pratica la coltivazione di viti ed ulivi. Si stima che la sua superficie arrivasse a coprire 200 mq; gli ambienti residenziali erano caratterizzati da decorazioni di pregio in marmi colorati e da pavimenti in mosaico. Un altro settore della villa (quello produttivo) conservava i resti di 5 dolia interrati ed ha restituito anche monete e frammenti di anfore.

La villa di Barcola (scheda SI 861

Le ville romane della costa triestina potevano raggiungere livelli di lusso molto elevati, come dimostra questa dimora. Scoperta alla fine dell'800, rivelò una pianta molto vasta, organizzata in padiglioni ed ampliata e modificata in più fasi, con diversi ambienti aperti sul mare e (probabilmente) con una piccola banchina o approdo privato. Agli arredi della villa apparteneva una pregevolissima statua di atleta, oggi conservata presso il Civico Museo di Storia ed arte di Trieste, insieme con altri materiali archeologici provenienti dal sito.
 

  3 di 4 
<<<1 2 3 4 >>>
Hai trovato 45 risultati
Risultati per pagina: 12 18 24 30 42 
TopTop
 
<<<1 2 3 4 >>>
Hai trovato
Risultati per pagina: 12 18 24 30 42