Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

Scheda EMI 2485

Stampa Scheda Informazioni Ente Correlato

a85fc4f9-b712-4bf9-bc43-c534c33d053c

CD CODICI
  TSK Tipo di scheda EMI
  LIR Livello di ricerca C
NCT CODICE UNIVOCO
  NCTR Codice Regione 06
  ESC Ente schedatore R06
  ECP Ente competente R06
  EPR Ente proponente R06
RP RIFERIMENTI ANAGRAFICI E PROVENIENZA
RPE RIFERIMENTI DELL' EMIGRANTE
  RPEN Nome Rodolfo
  RPEC Cognome Bassi
  RPES Sesso M
  RPEJ Nazionalità Italiana/ Lussemburghese
  RPEB Contesto culturale Emigrazione friulana (prov. Udine) nel Lussemburgo
  RPEL Luogo di nascita Firenze
  RPED Data di nascita 1941/04/30
RPP PROVENIENZA GEOGRAFICO-AMMINISTRATIVA
  RPPR Regione FRIULI VENEZIA GIULIA
  RPPP Provincia UD
  RPPC Comune TARCENTO
SCO SCOLARITA'
  SCOL Livello di scolarità Diploma di scuola media superiore
RPO OCCUPAZIONE
  RPOM Mestiere o professione Cameriere
  RPOS Settore di attività ristorazione
  RPOD Data 1960
  RPOL Luogo Tarcento - Grado - Lignano
  RPL Profilo Rodolfo Bassi è nato a Firenze il 30 aprile del 1941. Il padre, Carmelo Siracusa, muore durante la guerra, faceva parte del Genio. Rodolfo nasce a Firenze perché la madre Maria Assunta Bassi era scappata per cercare rifugio dalla guerra in Toscana. La madre era nata in Friuli il 15 agosto 1917. Rodolfo quindi era bambino quando il padre muore in guerra e dice di non avere neanche un ricordo di lui. Rodolfo ricorda il rumore delle mitragliatrici e nella sua immaginazione di bambino credeva fosse un gioco, non riusciva a capire. Quando tornano in Friuli vanno a vivere dai nonni paterni a Montegnacco. Rodolfo ricorda che avevano già ristrutturato la casa ma era senza riscaldamento, c'era una grande cucina, il lavabo e il granaio. Avevano un piccolo vigneto dal quale si ricavava l'uva per fare il vino per tutto l'anno. Dopo un po' di tempo la madre si trasferisce a Tricesimo e Rodolfo inizia la scuola. Era la madre ad occuparsi della famiglia, lavorava come domestica e badava alla casa. Con loro viveva anche una cugina che non si era sposata e che lavorava alla casa di riposo e contribuiva a mantenere la famiglia. Per gli studi liceali torna a Firenze dove frequenta il liceo dai Salesiani. Rodolfo sarebbe dovuto diventare sacerdote ma decide di non prendere i voti. Torna a Tarcento dove lavora come cameriere e d'estate va a fare la stagione a Lignano e a Grado. Nel 1961 parte per andare a lavorare in Germania. Lui ed altri 45 operai partono da Udine per la Germania in treno. Arriva ad Heilbronn nelle vicinanze di Stoccarda dove si ferma per circa un anno e tre mesi. La sua mansione nella catena di montaggio era quella di verniciare le carrozzerie delle macchine. Rodolfo però si rende conto che la vernice con cui doveva lavorare era tossica e per la sua salute decide di cambiare lavoro e cercare fortuna in Lussemburgo. Rodolfo racconta di non aver avuto difficoltà con il tedesco sul luogo di lavoro perché c'era sempre l'interprete vicino ma quando si doveva uscire dall'ambiente protetto della fabbrica e farsi capire per esempio al supermercato iniziavano le difficoltà. Rodolfo arriva in Lussemburgo nel 1963. Si rivolge alla missione cattolica di Esch dal Padre Gino e Padre Giovanni che lo aiutano a trovare il suo primo lavoro con una ditta di traslochi. Appena arrivato in Lussemburgo non ha avuto problemi di integrazione perché è stato accolto dalla comunità italiana. L'unica difficoltà in cui si è imbattuto è stata la lingua francese ma grazie ai rudimenti che aveva imparato a scuola l'ha presto superata. Dopo qualche tempo si trasferisce e va a lavorare negli altiforni dove fabbricavano l'acciaio. Rodolfo prende i contatti con una altro prete, Padre Anatol, che aiutava molti italiani al nord. Rodolfo trova lavoro alla Good Year dove diventa caposquadra. Ora anche il figlio lavora in quella fabbrica. Rodolfo aveva già iniziato a frequentare le ACLI ad Esch e poi continua anche a Ettelbruck. Nel 1973 avviene la costituzione del comitato consuntivo degli emigranti al comune di Ettelbruck di cui Rodolfo faceva parte. Rodolfo racconta di come ha conosciuto la moglie e delle difficoltà che ha dovuto superare con il suocero, un uomo ligio alla morale cattolica e che non permette a Rodolfo di trattenersi da solo con lei per anni. Ora sono sposati da 43 anni e hanno 3 figli con le loro rispettive famiglie. Parla dei figli e del loro lavoro. I suoi figli parlano italiano ma per i nipoti è un po' più difficile. Rodolfo dice che le tradizioni che hanno portato dal Friuli sono più culinarie che popolari. Da anni non va più in Friuli perché dopo la morte della madre non ha più avuto motivo di tornare non avendo né fratelli né sorelle. Rodolfo ha la doppia nazionalità e non sente di appartenere solo al Friuli, all'Italia o al Lussemburgo, ma ad un'identità europea.
VI VIAGGIO
VIM MOTIVO DELLA PARTENZA
  VIMC Motivazione di contesto Cercare nuovi sbocchi lavorativi e migliorare le proprie condizioni di vita
VIP PARTENZA
  VIPT Tipo di vettore Treno
  VIPP Luogo di partenza (Porto/Aeroporto) Udine
  VIPD Data 1961
  VIPO Periodo Periodo 3 (1946-1968)
  VIPE Età al momento della partenza 20
VIA ARRIVO
  VIAL Luogo di arrivo (Porto/Aeroporto) Heilbronn
  VIAD Data 1961
VI VIAGGIO
VIM MOTIVO DELLA PARTENZA
  VIMC Motivazione di contesto Pericolosità del luogo di lavoro
  VIMS Motivazione specifica Cambiare lavoro a causa della tossicità della vernice con la quale verniciava le carrozzerie delle automobili nella catena di montaggio
VIP PARTENZA
  VIPT Tipo di vettore Treno
  VIPP Luogo di partenza (Porto/Aeroporto) Heilbronn
  VIPD Data 1963
  VIPO Periodo Periodo 3 (1946-1968)
  VIPE Età al momento della partenza 21
VIA ARRIVO
  VIAL Luogo di arrivo (Porto/Aeroporto) Esch, Lussemburgo
  VIAD Data 1963
LE LOCALIZZAZIONE ALL' ESTERO
LES SPOSTAMENTI INTERMEDI
  LES1 Livello Amministrativo 1 Germania
  LES2 Livello Amministrativo 2 Baden-Württemberg
  LES3 Livello Amministrativo 3 Stuttgart
  LES4 Livello Amministrativo 4 Heilbronn
  LESA Data di arrivo 1960
  LESP Data di partenza 1963
  LESM Mestiere o professione Operaio
  LESS Settore di attività Industria automobilistica
LED DESTINAZIONE FINALE
  LED1 Livello Amministrativo 1 Lussemburgo
  LED2 Livello Amministrativo 2 Diekirch district
  LED3 Livello Amministrativo 3 Ettelbruch
  LEDA Data arrivo 1963
  LEDM Mestiere o professione Operaio
  LEDM Mestiere o professione Operaio caposquadra
  LEDS Settore di attività Traslochi
  LEDS Settore di attività Metalmeccanico
  LEDS Settore di attività Chimico
DO FONTI E DOCUMENTI DI RIFERIMENTO
FTA FOTOGRAFIE
  FTAX Genere documentazione allegata
  FTAP Tipo fotografia digitale
  FTAD Data 2007
  FTAC Collocazione DVD-EMI-Ge-
  FTAN Codice identificativo Bassi Rodolfo ritratto2
REG DOCUMENTAZIONE AUDIO
  REGX Genere documentazione allegata
  REGP Tipo selezione da intervista
AD ACCESSO AI DATI
ADS SPECIFICHE DI ACCESSO AI DATI
  ADSM Motivazione scheda relativa a bene di proprietà privata
IN INFORMATORE
INR RIFERIMENTI DELL' INFORMATORE
  INRR Rapporto di parentela con l'emigrato Informatore (testimonianza diretta)
CM COMPILAZIONE
CMP COMPILAZIONE
  CMPD Data 2010
  CMPN Nome compilatore ERAPLE - Astore, Manuela
  RSR Referente scientifico Giusa, Antonio
  FUR Funzionario responsabile Giusa, Antonio
AN ANNOTAZIONI
  OSS Osservazioni non validare, da ricontrollare