Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
Emigrato: Id Scheda 1139
 
Marino Toppan
Italia FRIULI VENEZIA GIULIA PN CHIONS Villotta
1955/02
Canada Ontario Toronto (area metropolitana) North York
Marino Toppan, partito con una valigia piena di libri e diventato sindacalista. E’ nato nel 1932 a Villotta di Chions (PN) e a 18 anni si è trasferito a Basedo. Ogni giorno in bicicletta percorreva i 18 km che dividevano il paese da Portogruaro, dov’era la scuola di avviamento professionale che frequentava. Ha iniziato a lavorare come muratore, prima in Italia poi in Svizzera per due stagioni. Nel 1955 è stato chiamato in Canada dalla sorella Rina, emigrata nel 1952: arrivato a Toronto il panora...
Continua
Marino Toppan, partito con una valigia piena di libri e diventato sindacalista. E’ nato nel 1932 a Villotta di Chions (PN) e a 18 anni si è trasferito a Basedo. Ogni giorno in bicicletta percorreva i 18 km che dividevano il paese da Portogruaro, dov’era la scuola di avviamento professionale che frequentava. Ha iniziato a lavorare come muratore, prima in Italia poi in Svizzera per due stagioni. Nel 1955 è stato chiamato in Canada dalla sorella Rina, emigrata nel 1952: arrivato a Toronto il panorama innevato non l’ha colpito favorevolmente. I primi anni sono stati deludenti perché il lavoro nei cantieri era duro, con poche misure di sicurezza e tecniche costruttive delle case ancora primitive: se avesse avuto abbastanza soldi sarebbe tornato subito a casa. Inoltre verso gli italiani c’erano molti pregiudizi, legati alla mafia e ai trascorsi di guerra. Nel 1959 ha iniziato a frequentare l’Unione sindacale dei muratori, appena nata, e ben presto si è ritrovato vicepresidente. Ha passato tutta la sua vita difendendo gli interessi di muratori e operai, girando la sera di casa in casa per cercare adesioni. E’ riuscito a superare le iniziali diffidenze ideando la trasmissione radiofonica “La voce del lavoro”. In seguito ha ottenuto diversi successi e ora riconoscimenti per l’attività svolta. Per i pensionati ha trovato una sede con giardino da coltivare dove possono passare il loro tempo libero mantenendosi attivi e ora le occasioni di ritrovo sono numerose. Afferma che gli italiani col loro lavoro sono riusciti a crearsi una buona reputazione e oggi dai canadesi sono molto apprezzati.